Cosa porta una ragazza nello zaino in un viaggio on the road di tre settimane

da Viaggioltreillimite
Cosa portano le ragazze dentro il proprio zaino?
Cosa portano le ragazze dentro il proprio zaino?

Preparare lo zaino in previsione di un viaggio, lungo o corto non importa, è sempre un’emozione.

Mi sono sentita sempre dire “ti stai portando troppa roba e la maggior parte è inutile!” … Ma sarà davvero così?

Davvero le ragazze si portano dietro troppa roba?

Non mi è mai piaciuto portarmi dietro l’intero armadio perché mi piace poter comprare vestitini o tessuti in giro per il mondo, un modo per portarsi a casa un ricordo materiale, anche se i ricordi più belli vengono custoditi nel cuore. Così ho deciso di mettermi d’impegno e preparare uno zaino “perfetto” per un’avventura Low Cost on the road.

Lo zaino sarà il mio compagno di viaggio e dovrò portarlo sulle mie spalle  e quindi devo cercare di portare con me l’essenziale senza appesantirlo troppo, anche perché sono io il suo mezzo di trasporto.

Ho deciso di suddividere il mio zaino in “strati”, cosa vuol dire mi chiederete, semplicissimo: io nasco come una ragazza molto disordinata, e quindi se non cerco di organizzare lo zaino in maniera “intelligente” rischio di doverlo smontare per cercare anche solo il passaporto.

E ora vediamo cosa c’è dentro il mio zaino tutto al femminile.

Nella parte superiore dello zaino ho posizionato il “guscio” che altri non è che una protezione in caso di pioggia; so che molti di voi staranno pensando che alcuni zaini sono in Gorotex, ma avete presente le piogge che si possono incontrare in giro per il mondo? Meglio avere una seconda protezione, ricordiamoci che abbiamo nello zaino tutto il nostro mondo, almeno per il periodo del viaggio.

Insieme al guscio ho posizionato il sacco lenzuolo che sarà la mia salvezza nelle notti che passerò negli ostelli. La maggior parte degli ostelli hanno prezzi molto bassi, io ne ho prenotati alcuni a € 3 a notte e temo che le lenzuola non saranno il massimo del pulito, un sacco lenzuolo in seta può diventare un accessorio essenziale.

Sempre nella parte superiore dello zaino e quindi facile da raggiungere, ho inserito lo spray repellente (consiglio il formula Jungle, acquistabile in farmacia), e un kit di medicine dentro un beauty.

Non sottovalutate l’importanza delle medicine, portate il necessario per il primo soccorso, all’evenienza andate nelle farmacie locali.

Lateralmente, sempre per una questione di praticità, ho posizionato gli asciugami, tutti in microfibra, pratici e facili da piegare.

Sempre nella tasca laterale un beauty con il necessario per la toilette giornaliera e la corda da usare per stendere i vestiti che laverò. Un consiglio che vi do è quello di lavarvi la roba durante il viaggio, mentre fate la doccia approfittatene per lavare gli indumenti, usate il sapone di Marsiglia, ottimo per lavare qualsiasi tessuto oltre che noi stessi.

Nel vivo dello zaino ho suddiviso i cambi inserendoli in buste con chiusura ermetica così da creare del sottovuoto per recuperare spazio. Slip, reggiseno sportivo, reggiseno classico, calzini in cotone e 2 paia di calzini tecnici da indossare con le scarpe da trekking.

Un altro piccolo consiglio pagato sui miei piedi, comprate le calze adatte se avete intenzione di fare trekking, le suole delle scarpe non bastano, rischiate di avere male ai piedi oltre al rischio che si formino vesciche.

Due costumi bastano e avanzano. Il Sarong? …. “Che cos’è il Sarong?” E’ un tessuto molto bello e colorato o in tinta unita che molte volte, o quasi sempre, chiedono di cingere in vita per coprire le gambe all’ingresso dei templi per una questione di rispetto, nel mio zaino ho deciso di portare anche due vestitini lunghi che mi coprono anche le spalle, però può capitare che vi chiedano di indossarlo sopra e a volte anche agli uomini è chiesto di farlo. Purtroppo tutto sta diventando un business e quindi questi sarong vengono “affittati”, allora ho deciso di acquistarne uno e portarmelo con me durante i miei viaggi.

In previsione di fare trekking, ho valutato che mi servirà un leggings tecnico, due canotte, due t-shirt, una maglia termica da indossare durante la notte sui vulcani o sulle montagne (anche d’estate fa freddo), scarpe da trekking e tanta energia!

Bene, ma vorrò anche godermi il paesaggio o no? Certo che sì! Per i pomeriggi “meno impegnativi” ho deciso che 3 pantaloncini, 4 t-shirt sono sufficienti per accompagnarmi nei miei giretti, non dimenticate che i mercatini con tanti vestiti a buon prezzo vi aspettano!

Oltre alle scarpe da trekking ho deciso di portare con me anche delle ciabatte comprate da Decathlon, ottime per lunghe passeggiate senza il rischio che il piede si gonfi dentro le scarpe da ginnastica per via del caldo e perfette da calzare sotto la doccia …

Tutto questo sono riuscita a inserirlo nel mio zaino da 65 lt.

E lo zainetto che funge da bagaglio a mano?

Parte alta dedicata interamente al Passaporto, senza di lui non si va da nessuna parte.

Documenti di viaggio, biglietti aereo, itinerario, insomma tutto quello che ci può servire una volta giunti in aereoporto. So già cosa state pensando, siamo nell’era del digitale e quindi tutto questo possiamo salvarlo sul telefono. E’ vero, ma ci pensate se per caso il telefono si dovesse scaricare e la vostra power bank fosse scarica? E se vi dovessero rubare il telefono? Purtroppo a me è successo e fidatevi che senza telefono entriamo tutti in panico, quindi avere il cartaceo davvero può aiutarvi.

Una penna per potersi annotare qualsiasi informazione, una torcia, una power bank, carica batterie (anche del PC se pensate di portarvelo dietro) e per gli amanti della lettura anche un paio di libri.

Conviene sempre avere un piccolo astuccio con dentifricio, spazzolino e deodorante (roll-on per non avere problemi in fase di check-in)e un asciugamano da viso in microfibra. Se vi capita di fare un lungo scalo in aereoporto, si avrà voglia di darsi una rinfrescata e per quanto le salviettine umide sono utilissime e devono essere sempre presenti, una piccola rinfrescata può sicuramente aiutare a dare sollievo.

Ragazze un rotolo di carta igienica è importantissimo, in alcuni casi è lei che amerete più della vostra vita, troppe volte mi sono ritrovata in occasioni dove la protagonista era assente e l’unica soluzione era quella di sperare che qualcuno avesse un fazzolettino.

Molto importante da non dimenticare MAI sono gli assorbenti, è vero che possiamo trovarli in giro per il mondo, ma vogliamo mettere svegliarsi di notte e capire che anche loro sono venute in viaggio con noi? L’effetto sorpresa può capitare, meglio essere pronte anche per quello.

Vi ringrazio per la vostra attenzione e se avete piacere vi lascio una video da vedere con una piccola presentazione di cosa racchiude uno zaino tutto al femminile.

Cosa porta una ragazza nello zaino in un viaggio on the road di tre settimane.

………………Un caloroso abbraccio da viaggioltreillimite

Lascia un commento