Prambanan e Borobudur, il viaggio che non ti aspetti

da Viaggioltreillimite
Sito archeologico di Prambanan
Sito archeologico di Prambanan

Non voglio parlarvi dell’immensa bellezza di questi due siti archeologici PATRIMONIO UNESCO, perché questo lo sapete già, ma voglio parlarvi di una giornata che a LIVELLO UMANO vince su tutto. 

Yogjacarta si sveglia con il canto della preghiera mussulmana e noi con lei. La giornata inizia presto e decidiamo di attivarci dalle prime luci dell’alba. Doccia, colazione e alle 5,30 siamo alla ricerca di un bus che ci porti a Prambanan. Chiediamo indicazioni per la fermata dell’autobus e una ragazza gentilissima ci accompagna fino alla “banchina” dove si aspettano i bus, la salutiamo e la ringraziamo per la sua cortesia. L’autobus non tarda ad arrivare, è vuoto, ha iniziato il turno da poco e c’è solo l’autista e il ragazzo che aiuta i pendolari a scendere alla fermata giusta. La loro tratta non prevede Prambanan, ma essendo vuoto il bus, decidono di accompagnarci fino alla fermata della linea 1A, su Maliboro Street, che ci porterà a destinazione.

Restiamo ancora una volta senza parole di fronte a questa gentilezza gratuita, ebbene sì, non hanno voluto farci pagare il biglietto.

Salutiamo i nostri amici e aspettiamo il nostro secondo autobus che pagheremo € 0,22. Il sole comincia a scaldare l’atmosfera attorno a noi, i sorrisi delle persone che ci guardano sono belli e sinceri e oggi il nostro obiettivo è visitare i due Patrimoni Unesco: i due siti archeologici più importanti dell’Indonesia, il Prambanan il tempio Induista e il Borobudur il tempio Buddista. Dopo circa un’ora e mezza di strada, viaggiando con le persone del posto, finalmente arriviamo alla fermata di destinazione, camminiamo per un km per arrivare all’ingresso principale. Attraversato il viale, troviamo sulla sinistra l’ingresso degli stranieri e alla destra quello dei locali. Il prezzo per la visita è più caro di quanto ci aspettavamo, € 40 ad ingresso, mentre per i locali € 5. Ci sembra davvero un’assurdità, decidiamo di chiedere spiegazioni all’ufficio informazioni, spiegando che stiamo affrontando un viaggio con un budget di € 10 al giorno,

per dimostrare a tutti che si può essere felici viaggiando con POCO, e che non bisogna avere per forza tanti soldi per avere una vita di qualità o per VIVERE un viaggio meraviglioso dall’altra parte del mondo.

Spieghiamo inoltre, ovviamente sempre con educazione, (essendo ospiti, nulla è dovuto) che il nostro progetto è nobile e che abbiamo percorso due ore di bus per arrivare fin qui. I signori della reception ci guardano con occhi sinceri, ci spiegano con un’estrema gentilezza che i prezzi sono quelli e che non possono fare altro, e che se fossimo arrivati alle 6 del mattino, potevamo scegliere la combinazione Prambanan e Borobudur, in una giornata, al costo di circa € 36 a persona.

Troppo caro per il nostro viaggio Low cost, ma ci sembrava assurdo non entrare dopo tanta fatica per arrivare a destinazione. Paghiamo i nostri biglietti. L’Indonesia fin’ora ci ha regalato solo emozioni, ecco un altro gesto fatto con il cuore: il signore con cui abbiamo parlato, ci restituisce € 32 degli € 80 dati, ci consegna dei pass studenti del costo di € 24 l’uno. Ci dice che ammira il viaggio che stiamo facendo e che per una volta, le regole possono essere infrante. Restiamo increduli e senza parole e non vi nascondiamo che eravamo emozionati da questo gesto.

La giornata era carica di energia positiva ma soprattutto di umanità, quell’ingrediente capace di rendere il tutto ancora più magnifico. 

Entriamo felici con i nostri Pass guadagnati con sincerità.

Il  complesso è composto da vari siti: il Candi Prambanan è quello principale e il più importante, maggiormente visitato e consiste in sei maestosi templi induisti in pietra vulcanica, con incisioni a dir poco pazzesche. I templi erano una cosa indescrivibile, eppure noi eravamo ancora increduli per quello che era successo prima.

La prima esperienza è stata un successo, ora ci aspetta il tempio buddista di Borobudur.

Borobudur il tempio Buddista
Borobudur il tempio Buddista

Arrivare al sito di Borobudur, con i mezzi pubblici, a differenza di Prambanan, non è stato così semplice, perché non è adatto agli impazienti, ma possiamo dire che è stata una bellissima e divertente esperienza, anche se e’ un po’ stancante. Partenza dalla via principale (Maliboro street) per arrivare a Ngabean prendendo la linea 3, fare uno scambio con il bus 2B fino alla stazione di Jombor, al costo di circa € 0,22. Finita la corsa, il personale ci indica la direzione per andare in un altro bus, al costo di € 1,50 e dopo circa un’ora, si arriva a destinazione. Tre ore di distanza e tre bus cambiati, ma non sentivamo nessun tipo di stanchezza. Abbiamo riso tutto il giorno, abbiamo visto luoghi così diversi da casa nostra, che ci veniva voglia di scendere dal bus per scoprire altri usi e costumi. Borobudur ci incanta. Ma non ne avevamo dubbi. L’uomo e la sua creatività, non smetterà mai di stupire. La giornata è stata lunghissima, siamo rientrati nella nostra guesthouse dopo 14 ore prendendo 6/7 bus fra andata e ritorno, per un totale di circa € 27 a persona (ingressi e trasporti). Tutti ci avevano sconsigliato di muoverci con i bus locali perché sarebbe stato troppo pesante e troppo lungo. Beh ragazzi, noi c’è l’abbiamo fatta e con zero problemi anzi, l’avventura è stata la base della nostra splendida giornata.

Fatelo.. non ve ne pentirete.

Borobudur con un pò di colori filtrati
Borobudur con un pò di colori filtrati

Il viaggio è stato lungo e a fine giornata eravamo stanchissimi, ma stare con le persone del posto , spostarci con loro e sorridere con loro,  ma soprattutto essere fotografati dall’inizio alla fine della giornata, è stato oltre che emozionante, molto costruttivo. Abbiamo imparato tanto da questo popolo.

Non importa quanto tempo impieghi per arrivare a destinazione, l’importante è la qualità del viaggio che porterai sempre nel tuo cuore.

Terimakasih…….. Un caloroso abbraccio da Viaggioltreillimite emozioni viaggiando

Lascia un commento