La Sacra di San Michele a Torino: storia, Orari, costo del biglietto, come arrivare

da Viaggioltreillimite

La storia

Alle porte di Torino esiste un luogo intrinseco di energia, spiritualtà e mistero: sto parlando della Sacra di San Michele.  Ubicata sul Monte Pirchiriano nel comune di Sant’Ambrogio. L’abbazia fu fondata dall’aristocratico francese Ugo de Monvoisier e le sue radici sono millenarie ma nessuno sa di preciso quando sia stata costruita. Si ipotizza dal 980 al 1000 d.C., ma per un lungo periodo fu abbandonata per poi risorgere a nuova luce diventando simbolo e monumento di Torino. Il vescovo di Torino Annuncone, decise di dedicare un piccolo tempio a San Michele che fu l’angelo capo supremo dell’esercito celeste in difesa dei giudei perseguitati, definito da Daniele nel Libro biblico. La struttura fu in continua evoluzione fino ad oggi diventando meta di visitatori da tutta Europa non solo per la sua bellezza ma sopratutto per il suo mistero.

Leggende, Magia & angeli 

Sapevate che la Sacra di San Michele divenne un punto di riferimento per tutti i pellegrini? Grazie alla Via Francigena, che superate le Alpi, salivano per trovare ristoro fisico e spirituale, per poi dirigersi a Roma o in Terra Santa. Oltre ai pellegrinaggi e i punti di connessione tra le abbazie, ci sono molti misteri legati alla Sacra di san Michele e uno di questi è il mistero della sua costruzione. Ancora oggi alcuni architetti non si spiegano come sia stato possibile ergere questa abbazia sulla punta del monte.

La leggenda narra che il vescovo di Ravenna San Giovanni Vincenzo, aveva deciso di condurre una vita da eremita, e di voler erigere una abbazia sul Monte Caprasio. I lavori non terminavano mai, perchè di notte il materiale per la costruzione spariva misteriosamente. Così una notte il vescovo decise di rimanere sveglio e scoprì il mistero: i ladri non erano altro che degli angeli che portavano il materiale sul monte Pirchiriano. A questo punto il vescovo, interpretò la volontà degli angeli e decise di costruire l’abbazia su codesto monte dedicandolo agli angeli e riuscendo nel intento.

Un’altra leggenda riguarda la misteriosa linea di san Michele lunga circa 2000 mila kilometri unendo sette monasteri. La linea inizia dall’Irlanda fino a Israele, passando dalla Gran Bretagna, Francia, Piemonte, puglia e infine la Grecia. Questa linea è allineata perfettamente e collega i più importanti luoghi di culto dedicati a San Michele.

All’interno dell’edificio si trova un punto energetico e secondo gli studiosi esso è posto sotto una piastrella all’ingresso, distinguibile dalle altre essendo più chiara. Di questi tempi vale la pena ricaricarsi di un pò di energia ma come tutte le cose meglio non abusarne.

Sapete chi è la bella Ada? Ada è la protagonista di un’altra leggenda. Un giorno mentre si recava al santuario per pregare fu inseguita da alcuni soldati e per sfuggire all’aggressione decise di lanciarsi dalla torre dell’abbazia, ma grazie all’aiuto di due angeli rimase illesa nella caduta. Ada raccontò con entusiasmo e vanto l’accaduto ma nessuno le credette, quindi decise di lanciarsi una seconda volta dalla torre convinta nell’aiuto degli angeli. Purtroppo il finale fu ben diverso, ad accoglierla ci fu solo la morte.

Ci sono altri misteri legati ai numerosi simboli esoterici presenti all’interno dell’ abbazia. Dalle costellazioni ai dodici segni zodiacali, ma anche scene macabre e peccaminose. Una particolarità è inserita nella rappresentazione del segno del Cancro: se viene capovolta infatti, si vede chiaramente la faccia di un vescovo con tanto di copricapo. Tutto questo mistero la rende ancora più affascinante e merita di scoprirla.

     Orari invernali

Da lunedì a venerdì: 9.30-12.30 / 14.30-17.00

Sabato: orario continuato 9.30-17.00

Domenica e 1° novembre, 8 dicembre, 1° gennaio, 6 gennaio: orario continuato 9.30-17.00 (dalle 11.30 alle 13 l’ingresso è consentito solo per la partecipazione alla Santa Messa)

Giorni festivi (26 dicembre): orario continuato 9.30-17.00

25 dicembre: 9.30-12.00 / 14.30-17.00 (dalle 11.30 l’ingresso è consentito per la partecipazione alla Messa solenne di Natale)

Tariffe

Ingresso intero  € 8,00
Ingresso gratuito minori 6 anni
Ingresso ridotto € 6,00 (6-18 anni e over 65)

Contatti

Sacra di San Michele
Via alla Sacra, 14
10057 S. Ambrogio (TO)

Tel. +39.011.939130
Fax +39.011.939706
info@sacradisanmichele.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/sacradisanmichele

Orari estivi 

Da lunedì a venerdì: 9.30-12.30 /14.30-18.00

Sabato: orario continuato 9.30-18.00

Domenica: orario continuato 9.30-18.00 (dalle 11.30 alle 13 l’ingresso è consentito solo per la partecipazione alla Santa Messa)

Giorni festivi (Pasquetta, 25 aprile, 1° maggio, 2 giugno): orario continuato 9.30-19.00

15 agosto: orario continuato 9.30-19.00 (dalle 11.30 alle 13 l’ingresso è consentito solo per la partecipazione alla Santa Messa)

LUGLIO E AGOSTO: aperto tutti i giorni con orario continuato 9.30-19.00

Come si arriva ?

In auto

Autostrada A32 Torino-Bardonecchia direzione Frejus. Uscire ad Avigliana Centro.

da Oulx

Linea ferroviaria Torino-Bardonecchia o Torino-Modane, con discesa alla stazione Oulx-Cesana-Claviere-Sestriere.
Nella sua totalità il percorso è lungo oltre 60 kilometri e attraversa il Parco del Gran Bosco di Salbertrand e quello dell’Orsiera Rocciavrè.

Si può pernottare nelle strutture ricettive esistenti oppure in tenda.
Il tracciato del sentiero è segnalato con segni in vernice gialla, con numerose targhe bidirezionali e cartelli metallici.
Dalla Sacra di San Michele si può tornare ad Oulx, scendendo alla stazione ferroviaria di S.Ambrogio, servita dai treni locali per l’Alta Valle.
In qualsiasi punto del percorso è possibile raggiungere il fondovalle e le statali 24 e 25.

Tantissime storie e leggende connesse con la Sacra di San Michele. Vale la pena assaporare e godere della sua spiritualità e soprattutto del mistero che l’avvolge. Vi aspettiamo.

Un grande abbraccio da viaggioltreillimite.

TI POTREBBERO PIACERE